immagine bandiera inglese immagine bandiera italiana Facebook icon Twitter icon
Ti trovi in:  Home >> Informazioni  >> Chi siamo
Cerca 
 
Link veloci
Siti ospitati
APOD
un´ immagine astronomica al giorno
icona titoli

L’istituto

immagine cupola

L’Osservatorio Astronomico di Brera (OAB), istituto di ricerca d'eccellenza riconosciuto a livello mondiale, è la più antica istituzione scientifica di Milano.
Dal 1946 è entrato a far parte delle istituzioni scientifiche della Repubblica Italiana e nel 2001 è confluito nell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).
L’osservatorio mantiene la sua sede in palazzo Brera a Milano fin dal 1762, anno in cui Padre Lagrange imposta l’attività di ricerca astronomica osservativa di tipo professionale a Milano.
La prima specola, progettata e fatta costruire da padre Ruggero Boscovich nel 1764, ha subito trasformazioni per adattarsi alle esigenze osservative dei periodi successivi.
Successivamente, la maggior parte delle attività osservative vengono trasferite alla seconda sede presso Villa San Rocco, a Merate (LC), in Brianza, attiva dal 1923.
L’attività di ricerca è ancora pienamente in vigore in entrambe le sedi dell’Osservatorio.

Tra i direttori dell’OAB ricordiamo Barnaba Oriani, Giovanni Virginio Schiaparelli e Giovanni Celoria. L’Osservatorio annovera inoltre, tra le fila degli astronomi, Margherita Hack che lavorò presso la sede di Merate dal 1954 al 1964 anno in cui divenne professore ordinario presso l’Istituto di Fisica teorica dell’Università di Trieste.

Dal 1° gennaio 2015 la Direzione è affidata a Gianpiero Tagliaferri

icona Il 7 dicembre 2012 il Comune di Milano ha assegnato l’Ambrogino d’Oro di Civica Benemerenza all’Osservatorio Astronomico di Brera per i suoi 250 di storia (leggi su Media Inaf). Analoga onoreficenza è stata assegnata nel 2011 dal Comune di Merate (Lc).

Per saperne di più sulla storia dell’Osservatorio vai al sito La storia dell’Osservatorio attraverso i suoi strumenti a cura di M. Carpino.

icona titoli

Le due sedi

immagine sede Brera

La sede di Milano ospita il prezioso archivio storico, una biblioteca antica di circa 30000 volumi e una biblioteca moderna con oltre un migliaio di libri.
Due cupole completamente ristrutturate, la cupola "Zagar" o "cupola fiore" e la cupola "Schiaparelli", vengono utilizzate per conferenze pubbliche, conferenze stampa, convegni, visite diurne e laboratori didattici.


Museo Astronomico Brera

Il corridoio di accesso all’Osservatorio ospita il Museo Astronomico, con l’esposizione permanente di antichi strumenti astronomici visitabile durante le ore di apertura dell’Osservatorio.


immagine sede Merate

La sede di Merate ospita due cupole storiche aperte al pubblico e alle scuole per visite diurne e osservazioni notturne e una sala multimediale per conferenze pubbliche, conferenze stampa, convegni e laboratori didattici. A Merate è presente, inoltre, una biblioteca che raccoglie oltre 6000 libri di astronomia e materie correlate per la maggior parte del XX secolo.
In tale sede è presente una foresteria per studenti di laurea e per ospiti.



Per saperne di più sulle visite all’OAB vai alla pagina visite guidate a cura del nostro ufficio POE.

icona titoli

Il personale e la ricerca

immagine personale

Lo staff dell’OAB è costituito da oltre 100 persone, ripartite tra personale di ricerca, personale tecnico-scientifico e amministrativo, personale a tempo determinato e studenti.
Gli astronomi dell’OAB si occupano di ricerche che vanno dai pianeti alle stelle, dai buchi neri alle galassie, dai lampi di raggi gamma alla cosmologia. I principali progetti sono condotti in collaborazioni con istituti nazionali e internazionali.
L’OAB è impegnato anche nella ricerca tecnologica applicata alla strumentazione astronomica ed è tra i leader mondiali nello sviluppo di ottiche per l’astronomia X e, in generale, di strumentazione leggera per missioni spaziali.

La sede di Merate ospita inoltre il centro di analisi dati del satellite Swift.

In entrambe le sedi il personale di ricerca collabora con le Università sia per tesi di laurea che di dottorato.

icona titoli

Comunicare la scienza

Logo Poe

L’OAB è stato uno dei primi istituti di ricerca italiani a dotarsi, fin dal 1999, di personale specializzato e professionale per la comunicazione della scienza.
In entrambe le sedi è presente un ufficio dedicato che, oltre ad aprire le porte dell’istituto al pubblico e alle scuole, organizza laboratori didattici e mostre multidisciplinari, avvalendosi anche di collaborazioni e consulenze di insegnanti ed esperti negli specifici settori. Sono inoltre presenti due sale multimediali attrezzate per laboratori, conferenze pubbliche, conferenze stampa e convegni.
Per le diverse attività ci si avvale del supporto dell’ESA, della NASA e di finanziamenti a progetto del MIUR, dell’ ASI e della Fondazione Cariplo.